Studiare lingue università partendo da zero

Studiare lingue all’università partendo da zero non è sicuramente una passeggiata. Se non possiedi le giuste basi è palese che potresti più avanti riscontrare delle difificoltà.

Ma è anche vero che avere dalla propria una lingua straniera parlata e scritta fluentemente è oramai divenuto un must

Eppure, all’epoca del multilateralismo, la vera domanda à “quale lingua devo imparare?” 

Quali lingue studiare all’università

Sicuramente, oggigiorno è fondamentale inserire nel proprio CV anche una lingua orientale. 

Di seguito una lista (non in ordine di priorità) delle lingue più utili e parlate al mondo.  

Ricorda sempre che all’interno delle varie lingue, esistono le “micro-lingue” altrimenti dette “linguaggio tecnico”. 

Che significa? 

Che per quanto tu possa parlare fluentemente e ottenere una certificazione di livello avanzato (C per intenderci) nel caso in cui dovessi approcciarti ad un nuovo settore lavorativo non stupirti se trovi qualche difficoltà con il linguaggio utilizzato. 

  1. Inglese. È la lingua internazionale e anche se ormai è parecchio studiata, ma ad alti livelli professionali necessita di ulteriori approfondimenti. 
  2. Francese: da sempre considerata la lingua della diplomazia. Oggi gode di meno fama, tuttavia essa continua ad essere la lingua ufficiale di molti Paesi africani, del Québec e in seno alle organizzazioni internazionali è quasi sempre richiesta come seconda lingua. 
  3. Arabo: importante se si vuole lavorare nel settore della sicurezza. 
  4. Tedesco: la Germania è l’economia europea più florida conoscere il tedesco potrebbe aprirti una strada in più nella ricerca del lavoro. 
  5. Spagnolo: è fra le lingue più parlate al mondo. Oltre ad essere la lingua ufficiale di molti Paesi dell’America Latina essa è molto utilizzata anche negli USA per via della stessa minoranza latina.
  6. Portoghese: il Brasile oramai è un’importante economia nello scacchiere internazionale. 
  7. Cinese mandarino: la Cina oramai concorre gli USA per divenire l’economia più importante al mondo e la superpotenza di riferimento di molti Paesi minori. 
  8. Giapponese: è un’importante meta turistica oltre che una solidissima economia…e un mercato del lavoro assolutamente invidiabile. 
  9. Russo: piuttosto utile se si vuole lavorare nel settore delle relazioni internazionali. Nonostante abbia la concorrenza della Cina, nello scenario asiatico, essa rimane comunque un grande punto di riferimento fra le potenze. 
  10. Turco: è un Paese dal grandissimo potenziale e la favorevole posizione geografica lo rende un paese appetibile. 

Come faccio ad imparare una nuova lingua da zero senza frequentare dei corsi? 

Puoi anche imparare le lingue dalla tua stanzetta. Fidati di me. L’ho fatto anche io. 

Inizia dalle serie tv, abitua l’orecchio e persevera. Non capisci i dialoghi di una puntata? Riguardala. 1, 2, 3, 4 volte fino a quando prendi familiarità con l’ascolto della pronuncia della lingua. Prima della fine del semestre inizierai a formulare le tue prime frasi senza l’aiuto del dizionario. 

Eccoti qui tutte le chicche necessarie per aumentare le tue skills. 

In bocca al lupo!