Al giorno d’oggi Internet è così una parte integrante nelle nostre vite, che non è pensabile stare senza connessione. Questo è vero sia per l’attività lavorativa, sia per i momenti di svago personale come quando si è in viaggio.

Il mercato dei gestori telefonici, da questo punto di vista, offre agli utenti differenti soluzioni interessanti, garantendo tanti giga per navigare anche se si è fuori casa. Molte offerte di gestori telefonici prevedono una sim dati che può essere utilizzata su un router portatile: ma come funziona esattamente un dispositivo di questo tipo?

Cos’é un router portatile e come funziona per connettersi in 4g


Un router portatile è un device di ridotte dimensioni che ha quasi le stesse caratteristiche di un router domestico. Può essere utilizzato, infatti, come un qualsiasi modem, potendo così usufruire dei giga a disposizione nella propria offerta telefonica anche se ci si trova fuori casa.
Se si è in treno e si vuole guardare la propria serie televisiva preferita, ad esempio, è possibile tranquillamente farlo adoperando proprio un router del genere, possiamo utilizzarlo per lavorare in viaggio e per studiare se siamo studenti fuori sede che non hanno ancora una connessione fissa a casa.

Ha una sua batteria ricaricabile tramite cavo usb che gli consente una discreta autonomia e consente a noi di poterlo utilizzare anche senza aver a disposizione una fonte di corrente, ideale poi se lo utilizziamo in viaggio per la sua comodità.


Un router portatile utilizza come strumento di connessione il 4G messo a disposizione dal proprio gestore, usando di conseguenza i giga caricati su un’apposita sim dati. Di fatto, un device di questo tipo è un vero e proprio router 4g, con il vantaggio della portabilità.
Il router portatile permette un collegamento veloce e potente alla rete, evitando quindi di adoperare una connessione tramite ADSL, Fibra ottica o Fibra misto rame che sarebbe impossibile sfruttare in mobilità.
Utilizzare questa particolare tipologia di modem portatile per godersi in tranquillità le proprie serie televisive preferite è molto semplice: dovete solo sincerarvi che il router sia sufficientemente carico per evitare che si spenga a metà film!

Esistono ormai moltissimi operatori che con pochi euro al mese ti consentono di avere sim dati da poter utilizzare con questi dispositivi, son sicuramente soluzioni comode se pensiamo che con 7-8 euro al mese possiamo avere 50-70gb di connessione dati ovunque ci troviamo e utilizzarli come meglio crediamo. (Ricordatevi però di chiedere sempre prima di prendere una sim se il vostro operatore consente l’Hotspot gratuito, altrimenti potreste ritrovarvi a pagare una sovrattassa per l’utilizzo come router)

Le particolarità del modem portatile


Il modem portatile, come si è avuto modo di comprendere, è un device molto pratico per chi deve essere connesso a Internet in mobilità. Bisogna però tenere conto di alcune cose: innanzitutto, trattandosi di un collegamento tramite ripetitore e non via cavo ethernet, è di fondamentale importanza mettere il router in corrispondenza di un segnale abbastanza forte, altrimenti si correrebbe il rischio di avere una connessione insufficiente (come accade alle volte con la linea del proprio smartphone).
Una volta valutato questo aspetto basilare, non resta che pensare alla effettiva connessione del proprio dispositivo al router portatile, anche se questa particolare tipologia di modem non richiede generalmente una configurazione particolarmente difficile o impegnativa.
Una volta acceso il router, inserita l’apposita sim dove sono presenti i giga necessari per la connessione e una volta acceso il proprio dispositivo, il gioco è fatto: la connessione, nella maggior parte dei casi, avviene in maniera pressoché automatica dando così la possibilità immediata di poter navigare senza ulteriori preoccupazioni.
A volte potrebbe essere necessario procedere con una configurazione manuale per poter navigare in rete: in tal caso, dunque, è necessario avere dal proprio gestore telefonico le informazioni di configurazione della connessione internet (a tal proposito è bene specificare che esistono diversi tipi di connessioni e parametri che possono cambiare a seconda del gestore).
Una volta terminato l’utilizzo del router, meglio spegnere la connessione per evitare di consumare inutilmente giga se abbiamo un piano a consumo.

Il router portatile è adatto a streammare?

Questo è sicuramente un’argomento delicato, streammare con un router portatile è possibile ma non bisogna valutare solo il fatto di collegarci con un router ma va valutata anche l’effettiva portata e la banda di download, molti programmi come Obs o StreamYard hanno bisogno di almeno 30 mb in download e 6-7 in upload per poter risultare fluidi e distinti nel parlato.
Però molte tecnologie di streaming utilizzano sistemi appositi che aiutano l’utente a ridurre la latenza e riuscire ad andare in onda anche se la connessione non è sicuramente delle più qualitative, per fare questi test comune sarebbe sempre il caso di provare con qualche amico a fare delle prove di diretta e vedere preventivamente se il segnale in uscita è fluido e se si riesce a capire il parlato durante la trasmissione.

Ovviamente per lo streaming fisso noi consigliamo di utilizzare una tecnologia di connessione con modem e fibra, ma sappiamo che molti utenti hanno l’esigenza di collegarsi giornalmente perchè magari hanno creato una loro web radio e devono utilizzare diversi programmi per poter andare in onda ( Obs e Skype richiedono una discreta banda per funzionare assieme ), quindi il nostro consiglio prima di prendere una determinata sim è di verificare nei vari punti di lavoro e nella zona se il vostro operatore mobile ha una buona copertura e nel caso utilizzare i modem/router portatili cosi da avere tutta la banda dedicata e non condividerla con le normali funzioni del vostro smartphone.

In definitiva, se non si vuole rinunciare all’idea di guardare e realizzare i propri programmi in streaming, un router portatile è il device che serve! Grazie ad una semplice configurazione e grazie anche alla possibilità di poter utilizzare i tanti giga messi a disposizione dai vari gestori di telefonia e di traffico dati, è possibile tranquillamente godersi le proprie serie tv o i propri film, anche senza un router domestico.